Bonsai

La tradizione bonsai non trova il proprio significato solo nell’estetica, ma soprattutto nell’esercizio spirituale che comporta. Secondo i principi Zen, la ricerca dell’armonia tra uomo e natura si traduce in una combinazione tra il mondo interiore ed esteriore, al fine di controllare e indirizzare coscientemente le forze della natura. Letteralmente il termine giapponese bonsai e’ separabile in due parti: il primo significa contenitore (bon), mentre il secondo (sai) significa educare. Questa tecnica di origine cinese si lega al concetto più generale di seishi: l’arte di dare una forma, di creare attraverso le tecniche più svariate sempre nel rispetto della pianta. I bonsai sono dunque sia rappresentazione del reale sia natura viva: essi non possiedono solo la naturale bellezza di ogni albero, ma il loro aspetto può richiamare altro, come uno scorcio di una foresta o un paesaggio marino. In questa visione essi riflettono l’unione della natura con l’arte, anche se la creatività viene inquadrata in spazi ben definiti e deve essere incanalata nei diversi stili esistenti, accomunati dalla conicità del tronco, dalla dimensione ridotta delle foglie e soprattutto dalla naturalezza della pianta stessa, che nel suo insieme ha lo scopo di riprodurre la natura in piccole dimensioni. Cio’ comporta evidentemente ottime conoscenze di botanica e un elevato senso estetico. Per valutare un bonsai in termini di bellezza e armonia si considerano cinque elementi: le radici, il tronco, le rami, le foglie e l’apice. Loro compito e’ trasmettere una sensazione di forza, stabilità e serenità della pianta. Un altro aspetto interessante da ricordare e’ che il bonsai e’ un’opera d’arte mai finita e in continua evoluzione: la pianta cresce e si modifica nel tempo, e necessita quindi un’attenzione costante. Ciò si traduce in periodici rinvasi, adeguati innaffiamenti quotidiani e notevoli costi per l’utilizzazione di speciali fertilizzanti. Il lavoro del bonsaista si articola su un prolungato lasso di tempo, potenzialmente infinito, nel quale si cerca di raggiungere la perfezione estetica. Ogni stile esistente nasce dall’osservazione della natura, ma e’ bene ricordare che ciascuna pianta e’ un universo particolare, con caratteristiche proprie che l’artista deve cercare di accentuare: un bonsai impeccabile e’ quello in cui non si noti l’intervento dell’uomo, e l’azione del tempo appaia come l’unico fattore che ne ha influenzato l’aspetto.

Annunci
di hidenryuhombudojo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...